“I comuni costieri devono fare più raccolta differenziata”

Turismo ecosostenibile nuovo progetto in Puglia. Lo ha annunciato alla 4ª Conferenza nazionale del settore a Riva del Garda l’assessore regionale Massimo Ostillio. Incentivata la raccolta differenziata dei rifiuti nelle aree costiere più frequentate. Coinvolti Comuni, istituti scolastici, visitatori, operatori, associazioni di categoria, strutture ricettive e comunità locali.

«Il nostro obiettivo è un turismo superiore e di qualità, ecosostenibile e rispettoso dell’ambiente. Questa è la chiave del successo che la Puglia sta riscuotendo sul piano nazionale e internazionale». Massimo Ostillio È quanto ha dichiarato l’assessore regionale al Turismo, Massimo Ostillio, a margine della quarta Conferenza nazionale del Turismo di Riva del Garda. I notevoli flussi turistici registrati in Puglia in questi ultimi anni, oltre ad aver prodotto ricchezza e consolidato un segmento di mercato piuttosto importante per l’economia pugliese, hanno tuttavia determinato un incremento di rifiuti conferiti, per la maggior parte, in maniera indifferenziata. Ostillio ha colto l’occasione per annunciare l’avvio di un progetto attraverso il quale la Regione Puglia intende lanciare una sfida: sovvertire comportamenti e atteggiamenti del passato, incrementando fortemente la raccolta differenziata dei rifiuti nelle aree costiere a maggior valenza turistica. «Vogliamo evitare che lo sviluppo disordinato dell’offerta turistica – aggiunge l’assessore al Turismo – sottoponga il territorio, nel medio-lungo periodo, a forme di degrado con riflessi negativi per la qualità della vita e per il patrimonio culturale e ambientale della Puglia». «È un lavoro faticoso e intenso, quello che ci aspetta, perché occorre intervenire sulla sensibilità e gli aspetti culturali da parte di operatori, turisti e comunità locali. Ciò in quanto, nonostante gli sforzi di cittadini e amministrazioni, la pressione e lo stress del territorio, possono creare criticità soprattutto nei mesi di luglio e agosto».
Il progetto è promosso dagli assessorati al Turismo e all’Ecologia della Regione Puglia, ed è rivolto ai Comuni costieri, agli istituti scolastici, ai turisti, agli operatori, alle associazioni di categoria, alle strutture ricettive e alle comunità locali. L’azione sarà volta ad un’ampia campagna di informazione relativa ai danni economici, sociali, funzionali ed estetici ai quali va incontro il nostro territorio nel caso non sarà pienamente attuata la raccolta differenziata.
Le iniziative saranno diverse e spazieranno dai convegni ai manuali di buone pratiche, da forme di direct marketing a sondaggi con i turisti. L’attività svolta dalla Regione in campo turistico-ambientale viene svolta d’intesa con le associazioni ambientaliste operanti sul territorio. Un particolare apprezzamento è stato espresso dall’assessore Massimo Ostillio nei confronti di Legambiente Puglia che ha assicurato un importante supporto in tutte le attività svolte negli ultimi anni. «Il rapporto che abbiamo costruito con Legambiente – ha aggiunto Ostillio nel suo intervento a conclusione dei lavori della Conferenza di Riva del Garda – è la dimostrazione che sui fatti concreti in tema di turismo ecosostenibile, la collaborazione tra amministrazioni ed enti no profit, è la strada maestra tracciata per il successo delle destinazioni vacanze».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici