Energia a Foggia: prodotta onerosamente, gettata impudentemente

Mentre alla Capitanata, evidenzia la Sezione WWF di Foggia, si richiedono notevoli sacrifici ambientali e paesaggistici per l’invasione massiccia e spesso incontrollata delle pale eoliche, giustificandola con la necessità di produrre energia, a Foggia quella stessa energia così onerosamente prodotta viene gettata via.
Mentre addirittura vi è il rischio, a causa della progettata modifica del Regolamento della Regione Puglia 22/2007, che per le aree ZPS (Zone di Protezione Speciale) venga eliminata sia l’interdizione per gli impianti eolici in una fascia di 500 metri sia la Valutazione di Incidenza (prevista per garantire il mantenimento dei valori naturali di tali aree di estrema importanza per la biodiversità) nel raggio di 5 km dai confini, in numerose strade del quartiere Puglia l’illuminazione pubblica rimane impudentemente accesa in pieno giorno.
Nonostante, infatti, le ripetute richieste di intervento fatte all’ACEA, la Società che gestisce l’illuminazione pubblica, l’accensione avviene già dalle 17,40. Anche la mattina si sprecano preziose ore di luce naturale in quanto lo spegnimento avviene soltanto alle 7,15. E tutto questo alla faccia anche dell’ora legale.
Possibile che i responsabili di tali impianti o i vigili urbani non si siano accorti o si disinteressino di questa grave anomalia?
È un inquietante esempio, evidenzia la Sezione WWF di Foggia, della “disattenzione” nei confronti dell’ambiente che si registra in città.
II panorama energetico italiano non è tra i migliori. Tutta la filiera dell’energia ha buchi e carenze, dalla produzione elettrica alla trasmissione e dalla distribuzione all’utente finale.
È una situazione preoccupante perché per risolvere i problemi ambientali, se è vero che vanno prese decisioni e provvedimenti adeguati a livello politico,  anche localmente e individualmente è necessario impegnarsi.
Una strategia energetica sostenibile non può prescindere, infatti, da una riduzione dei consumi energetici.
Gestire la domanda energetica è un elemento cardine per l’ambiente e l’economia e una maggiore attenzione da parte delle istituzioni a questi “piccoli grandi” aspetti ambientali è fondamentale.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici