CISL Puglia richiede più attenzione per le famiglie

«La social card, il bonus certamente non sono le soluzioni e su questo credo che il sindacato si debba concentrare non abbandonando il tavolo della discussione e della trattativa per far cambiare quanto possibile idea al Governo. Il rischio di abbandonare il tavolo è quello di un deriva massimalista che alla fine non risolverà il problema». Lo ha affermato il segretario confederale Cisl Paolo Mezzio intervenuto stamani ai lavori del consiglio regionale dela Cisl pugliese. Sui provvedimenti del Governo Mezzio ha espresso «una valutazione di attenzione rispetto a quelli che sono alcuni provvedimenti che non possono non tener conto della situazione di estremo disagio sociale che c’è nel nostro paese» per il segretario Cisl è necessaria «un’attenzione particolare per la famiglia che corre il rischio di continuare ad essere l’unico vero grande ammortizzatore sociale soprattutto nel Mezzogiorno».

A sua volta il segretario generale della Cisl di Puglia Giulio Colecchia in merito ai provvedimenti della Regione ha rilevato come «non si tratti di grandi cifre, sono delle somme che dovranno evidentemente essere metabolizzate dalle aziende, dovranno diventare progetti per le piccole e medie imprese, per la ricerca, quindi avranno anche dei tempi di efficacia, di realizzazione non immediati. Per cui – secondo Colecchia – sarebbe opportuno anche tentare di mettere in piedi un ragionamento più articolato. Noi proponiamo alla Regione di aprire un tavolo con le parti sociali, con il sistema produttivo, proprio per cercare di eventuali ulteriori iniziative; è chiaro che bisognerà intervenire sulle politiche di bilancio per operare in maniera più efficace». Sul versante del rapporto con gli altri sindacati confederali pugliesi Colecchia ha reso noto che è previsto un incontro tra i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil nei prossimi giorni.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici