Autorizzati i lavori di dragaggio dei fondali del porto turistico

Il Comune di Rodi Garganico potrà effettuare i lavori di dragaggio fondali (e conseguente ripascimento) nel tratto di costa ad est, nell’ambito della costruzione del locale porto turistico. Questa la decisione di una recente determina provinciale, dopo la delega regionale, giugno 2007, ad intervenire “in funzioni amministrative in materia ambientale” (immersione in mare di materiali derivanti dall’attività di escavo e attività di posa in mare di cavi e condotte) e “nell’autorizzazione per interventi di tutela della fascia costiera”. La richiesta segue la comunicazione del Comune di Rodi, fine luglio 2008, di affidamento lavori alla Cidonio spa di Roma. Numerosi campionamenti ed analisi dei sedimenti della zona da dragare dell’Arpa (per verificare la compatibilità degli stessi con quelli dell’area destinata al ripascimento, nonostante le due aree siano contigue). Procedura di valutazione di impatto ambientale già espletata inell’ambito dell’intero progetto. In base alla relazione tecnica della Capitaneria di Porto di Manfredonia, delle osservazioni scientifiche del rappresentante della ‘Lega Pesca’ e delle indicazioni espresse dal rappresentante della ‘Federcoopesca’, i lavori di ripascimento da effettuare non arrecherebbero “danni alle attività dei pescatori”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici