Aperta la bara di Padre Pio, la salma quasi completamente intatta

Le spoglie di Padre Pio L’annuncio ufficiale e’ arrivato quando mancavano quattro minuti all’1 di questa notte per bocca del vescovo delegato dalla santa Sede alle opere e al santuario di padre Pio, mons.Domenico D’Ambrosio: la bara contenente le spoglie del santo e’ stata aperta.

La salma si e’ conservata bene, ha detto il prelato: ”Sin dall’inizio – ha riferito – si vedeva chiaramente la barba. La parte superiore del teschio e’ in parte scheletrita, il mento e’ perfetto, il resto del corpo e’ conservato bene. Si vedono benissimo il ginocchio, le mani, i mezzi guanti, le unghie. Se padre Pio mi permette, e’ come se fosse passato un manicure”.

D’Ambrosio ha parlato dinanzi ad alcune centinaia di fedeli che dalla tarda serata di ieri si erano radunate in preghiera davanti al santuario quando si era diffusa la voce che la tomba sarebbe stata aperta. L’annuncio e’ stato accolto in modo composto, ma alla fine un lungo applauso ha accompagnato le parole di mons.D’Ambrosio quando questi ha confermato per il 24 aprile prossimo l’ostensione che sara’ presieduta dal prefetto della congregazione delle cause dei santi, cardinale Jose’ Saraiva Martins.

La prima conferma indiretta dell’apertura della tomba era stata data venti minuti dopo la mezzanotte da un frate cappuccino del convento, padre Fulgenzio. Il frate, uscendo dall’ingresso della foresteria e passando lungo un corridoio transennato circondato da fedeli e giornalisti, aveva detto ”E’ quasi intatto”. Dopo di lui erano usciti numerosi frati e anche alcuni medici, ma nessuno aveva dato la conferma ufficiale dell’apertura della tomba, compito che spettava al vescovo.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici