Acqua, in Capitanata erogazione normale fino al 10 novembre

Per i 64 Comuni della provincia di Foggia, almeno fino al 10 novembre, l’acqua uscirà regolarmente dai rubinetti. Lo assicura il distaccamento foggiano dell’Acquedotto pugliese. L’ente infatti da oggi, a causa dell’emergenza idrica, sta provvedendo in diverse zone della Puglia a manovre di regolazione idraulica che avranno come effetto una diminuzione di pressione nelle reti. Il che non significa sospensione dell’erogazione. Ma a parte questo per la Capitanata, al momento, il problema non sussiste. L’acqua negli invasi c’è, anche se non è molta, e nel caso delle Diga di Occhito e di quella di Capaccio ce n’è più dell’anno scorso. Per esempio la Diga di Occhito oggi accoglie oltre 27 milioni di metri cubi rispetto ai 250 che potrebbe contenere, quella di Capaccio sul Celone 1milione e 600mila su 16, quella di Capacciotti quasi 4 su 48, ed infine l’invaso di San Pietro sul fiume Osento 1 milione e 600mila metri cubi su 15. Facendo dei calcoli questo quantitativo d’acqua consente ai Comuni della Provincia di Foggia di stare al sicuro almeno fino al 10 novembre, con la speranza che nel frattempo un po’ di pioggia riempia gli invasi. Per questo l’Acquedotto invita a stare più attenti e ad evitare gli sprechi inutili come quando ci si lava i denti e ci si fa la doccia, lasciando il rubinetto aperto.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici