Rodi, plebiscito per d’Anelli. Il responso delle urne ha confermato nella sua carica il sindaco uscente.

Una vittoria annunciata per il sindaco uscente, Carmine D’Anelli, confermato per il prossimo quinquennio con un largo consenso da parte dell’elettorato. Il 25 per cento (equivale a un sei per cento in più rispetto al 2002) la differenza tra D’Anelli e l’unico suo antagonista, il presidente della Comunità montana del Gargano, Nicola Pinto.

Il risultato di questa tornata elettorale rispecchia, nei dati, il quadro di cinque anni addietro quando D’Anelli, con la sua elezione a primo cittadino di Rodi Garganico, pose fine alla lunga parentesi amministrativa di Pinto.

Cifre pesanti quelle raccolte da D’Anelli: una differenza in termini numerici che è l’esatta misura di quanto sia stato forte il consenso da parte dell’elettorato che ha voluto confermare la fiducia a D’Anelli che, al termine del suo mandato amministrativo, ha potuto presentare un bilancio molto positivo dei suoi primi cinque anni di gestione sindacale. Il dato elettorale equivale ad un vero e proprio plebiscito: un consenso che richiama alla memoria l’era di Teodoro Moretti, sindaco per molti lustri che, in pratica, non ha mai avuto avversari che potessero soltanto intaccarne credibilità e consenso elettorale.

Una conferma del trend positivo che D’Anelli fece registrare già cinque anni fa quando con i suoi 1492 voti (un secco 58,74 %) tenne a debita distanza Nicola Pinto, che si fermò al 39,73 per cento. D’Anelli ha messo insieme una composita coalizione che ha visto nella sua lista la Casa delle libertà al completo, ma anche Ds, Verdi ed esponenti della società civile.

Nicola Pinto le ha tentate proprio tutte le carte, anche quella di proporre la candidatura alla massima carica cittadina Katia Ricciarelli, per ben due volte a Rodi Garganico come testimonial della lista Pinto. Ma, evidentemente, l’elettorato ha creduto nel sindaco uscente avendo valutato i risultati amministrativi positivamente, che si sono concretizzati, come una sorta di ciliegina sulla torta, con l’inizio dei lavori del porto.

Questi gli eletti: lista «D’Anelli sindaco » Carmine D’Anelli, Arturo Fabiano, Donato Petrosino, Rosa Simone, Salvatore De Felice, Gennaro Arpano, Michele Azzellino, Lazzaro Pupillo, Giuseppe Ventrella, Maria Voto, Libero Mario Carnevale, Francesco Angelicchio.

Lista «Rodi che vogliamo»: Nicola Pinto, Concetta Bisceglie, Domenico De Meo, Loreto Pino Veneziani, Salvatore Saggese.

(tratto da “La Gazzetta del Mezzogiorno”, edizione del 30.05.07)

1 Commento

  1. poverino pinto pero

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici