Sede staccata di corte d’appello anche Rodi lotta. Votato all’unanimità un ordine del giorno per l’istituzione a Foggia

Il Consiglio comunale di Rodi Garganico ha votato, all’unanimità, la richiesta di istituzione della Corte d’Appello presso il tribunale di Foggia. Sull’argomento è intervenuto il sindaco, Carmine D’Anelli, il quale ha spiegato che, da più parti, “è avvertita l’esigenza dell’istituzione in Capitanata di una Sezione di Corte di Appello al fine di dare un servizio adeguato ad un territorio, già penalizzato per quanto attiene le distanze dagli organi istituzionali ubicati a Bari ed in particolare nel settore giustizia”. L’esigenza della Corte d’Appello è avvertita da tempo, tant’è che l’ordine degli avvocati di Lucera si è fatto promotore costituendo, tra l’altro, un comitato. Inoltre, l’istituzione della Corte di Appello della Capitanata è stato oggetto di numerosi incontri tra diversi organi istituzionali, tra i quali la Provincia. L’iniziativa – ha continuato il sindaco – è dettata da validissime ragioni, quali le capacità del territorio di produrre un “servizio Giustizia” adeguato e la necessità che l’utenza della Capitanata non rimanga la più penalizzata dell’intera Regione per quanto attiene alle distanze dalla Giustizia del grado di appello”. Infatti, in una Regione dove esistono sette Tribunali (Bari, Lecce, Taranto, Foggia, Brindisi,Trani e Lucera), sono state istituite finora due Corti di Appello, a Bari e Lecce, ed una Sezione distaccata di Corte di Appello a Taranto, con la conseguenza che sola la Capitanata (atteso che la Provincia di Brindisi non dista molto dalle sedi di corte di Appello tanto di Lecce quanto di Taranto) risulta alquanto penalizzata dalle distanze, addirittura fino a ben 240 chilometri la lontananza dalla sede di corte di Appello di Bari. Che ci siano difficoltà a centrare l’obiettivo nessuno se lo nasconde, tant’è che – viene spiegato – l’unica possibilità non è non l’istituzione di una Corte di Appello di Capitanata, che richiede un intervento legislativo lontano dall’avverarsi , sia per le comprensibili lungaggini dell’iter normativo sia perché nella Legge Finanziaria non sono state inserite risorse che possano far ritenere ipotizzabile l’istituzione di una Corte di Appello autonoma, quanto invece la creazione di una Sezione distaccata di Corte di Appello in Capitanata, che avrebbe sede in Foggia, quale Sezione della Corte di Appello di Bari, e ciò perché, per tale istituzione, l’iter sarebbe molto più agile e praticabile. Il Consiglio comunale di Rodi Garganico, nel far proprie le motivazioni dell’Ordine degli avvocati, ha espresso voti per ottenere l’istituzione di una Sezione distaccata di Corte di Appello in Capitanata, nonché di una Sezione della Corte di Assise di Appello, del Tribunale amministrativo regionale e del Tribunale per i minorenni. Anche da parte della minoranza è stata apprezzata la sensibilità dell’amministrazione comunale per aver affrontato – ha spiegato il capogruppo Nicola Pinto – la problematica che sta a cuore di tutta la Capitanta. La richiesta è stata trasmessa a Ministero di Grazia e Giustizia, Provincia, rappresentanti parlamentari della Capitanata.

Articolo a firma Francesco Mastropaolo tratto da “LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO” edizione del 05/11/2007

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici