Roghi del Gargano. Le iniziative politiche dalla Regione al Senato per finire alla Provincia.

Continuano le dichiarazioni delle forze politiche sulla vicenda del rogo sul Gargano. Alcune anche dure, come quella del consigliere regionale dei Comunisti Italiani, Borraccino, che chiede lo scioglimento della «comunità montana del Gargano e l’autorità di gestione del parco per utilizzare quelle indennità che vengono corrisposte agli amministratori per varare un piano antincendio».

«Chiediamo al Governo nazionale di compiere maggiori e immediati sforzi e di prevedere interventi straordinari sul Gargano, perché si creino le condizioni strutturali ed economiche per la rinascita dell’intero territorio interessato da questa grave calamità», aggiungono i consiglieri regionali dell’Udeur con in testa il capogruppo De Leonardis.

«Sono soddisfatto di come il presidente della Giunta regionale, la maggioranza e gran parte dell’Aula ha gestito la fase di emergenza incendi che ha colpito alcuni comuni della provincia di Foggia. Inoltre, con l’assessore al Turismo, Massimo Ostillio, ci recheremo in settimana sul posto per concretizzare, insieme agli operatori del luogo, misure in favore dei turisti colpiti dall’evento. Lo spirito con cui stiamo vivendo queste giornate è in sintonia con i sentimenti di rabbia e di solidarietà delle popolazioni del gargano. Lo scempio ambientale che la comunità garganica ha subito è sicuramente grave, ma non ci impedisce di garantire una serena accoglienza di qualità ai turisti e dare continuità al comune impegno a sostegno del territorio», aggiunge Dino Marino (Ds), consigliere regionale. Alla Provincia, invece, Pinto (Sdi), ha chiesto la convocazione di un Consiglio, mentre Agostinacchio (Destra) e D’Antonio (AN), hanno presentato una interrogazione sui soccorsi lenti.

Al Senato il sottosegretario agli interni Ettore Rosato, ha relazionato sull’emergenza incendi, dopo i fatti gravi avvenuti a Peschici e Vieste. Nel dibattito sono intervenuti in particolare i senatori della provincia di Foggia, Colomba Mongiello (Ulivo) e Carmelo Morra (Fi). La senatrice Mongiello, che aveva già firmato un’interrogazione con tutti i deputati pugliesi dell’Uli – vo, ha esortato il governo ad un impegno serio per la ricostruzione «per non mettere ancor di più in ginocchio le popolazioni del territorio più rappresentativo della provincia di Foggia». E’ stato chiesto al governo di predisporre “una task force provinciale che assicuri qualità, concretezza e efficacia nell’opera di ricostruzione”. Un coordinamento territoriale che, ha sottolineato la Mongiello, “così come avvenuto per la gestione della crisi sotto la direzione del prefetto Sandro Calvosa – al quale la senatrice ha rivolto un ringraziamento – sia in grado di sollevare il territorio del Gargano assicurando alle popolazioni la vicinanza delle istituzioni”.

Articolo tratto da “LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO” edizione del 27/07/2007

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici