Rodi, la superstrada diventa pedonale. Il sindaco d’Anelli: “Pronto a rischiare l’impopolarità. I turisti devono poter passeggiare”.

L’iniziativa dell’amministrazione comunale mira a deviare il traffico di transito tra Foggia e Peschici. Sperimentazione ad Agosto. 

Ad Agosto Rodi Garganico si prepara ad affrontare una piccola rivoluzione a vantaggio dei turisti e villeggianti. Il sindaco, Carmine D’Anelli chiuderà al traffico nelle ore serali Corso Madonna della Libera. “Se non si osa le cose non cambiano mai. E credo che sia importante per il mio Comune risolvere questo annoso problema”, afferma D’Anelli che dopo aver vinto la sfida della costruzione del porto turistico si cimenta con una questione antica più difficile e meno popolare. Il provvedimento di chiusura scatterà il primo agosto, tra qualche giorno la firma del sindaco sull’ordinanza.

Rodi Garganico, arroccato sul mare, da sempre deve fare i conti con le auto dei turisti che dall’autostrada e dalla superstrada 89 si riversano sul Gargano passando proprio per questo comune. Corso Madonna della Libera taglia da nord a sud il paese, una strada trafficata che il sabato e la domenica da luglio ad agosto diventa un unico serpentone di auto, pullman turistici e di linea con i motori accesi. Per non parlare di quello che accade nei giorni caldi del ferragosto. La superstrada che taglia per Vico e che doveva servire a decongestionare Rodi ha fatto poco. Chi deve raggiungere San Menaio, Calenelle e anche Peschici passa per corso Madonna della Libera. Ad essere penalizzati turisti, villeggianti e residenti di Rodi. Dal primo al venti agosto il corso sarà chiuso al traffico dalle 20 alle due di notte. Corso Bonghi, oggi a senso unico diventerà a doppio senso di circolazione e non si potrà più parcheggiare né a destra né a sinistra. Per gli automobilisti che giungono a Rodi dalla superstrada 89 non cambierà nulla. Il percorso sarà sempre lo stesso: il primo trattò del corso principale, la deviazione su corso Bonghi e la prosecuzione per via Grossi. Diverso il percorso che dovranno affrontare coloro i quali arrivano dal mare, da San Menaio e sono diretti verso la superstrada 89 e dunque devono superare il Comune.

Oggi percorrono tutto corso Madonna della Libera. Dal primo agosto si cambia: le auto che provengono da via Grossi devieranno per corso Bonghi fino all’incrocio con la strada comnale Croci che dovranno percorrere per forza per uscire dal paese. In buona sostanza dovranno allungare il proprio tragitto percorrendo un tratto di 51 bis fino ad incrociare la strada statale 89. “Non voglio creare disagi a nessuno e so di poter risultare impopolare. Ma dobbiamo provare a chiudere quella strada. Non posso fare gli esperimenti a novembre quando non c’è traffico – spiega D’Anelli – non è più possibile far passeggiare i turisti la sera in mezzo alle auto con i motori accesi”. Per chi la sera si fermerà a Rodi quest’anno c’è un parcheggio nuovo di zecca con 200 posti auto davanti al Conservatorio. Il corso principale non sarà per 20 giorni prigioniero delle auto ma di una serie di spettacoli e manifestazioni che l’amministrazione comunale sta organizzando.

Articolo a firma Antonella Caruso tratto da “CORRIERE DEL MEZZOGIORNO (CORRIERE DELLA SERA)” edizione del 18/07/2007

2 commenti

  1. Un ottima iniziativa….!!!!

    Complimenti per l’articolo Antonella… 6 la Migliore!!!!!!

  2. ciao carmine, sono gaetano…per quanto mi riguarda la tua è un ottima iniziativa, e da quanto hai affermato secondo me, diventerai impopolare, non per la chiusura del corso, ma bensì per la deviazione del traffico da san menaio verso la 51 bis, perchè questo sempre secondo me, chi dovrà andare per necessità in v. gramsci deve fare ben più di tre km. la soluzione sarebbe quella di creare quei quaranta m. di strada partendo dall’abitazione di gianfranco volpe, fino all’anfiteatro pietro nenni ( dietro il nuovo conservatorio), in modo tale da poter permettere a chi abita al lato opposto del paese di poter raggiungere l’altra estremità del paese molto più facilmente! carmine ti auguro di poter portare a termine quest altro tuo progetto, dal momento che stai facendo tanto per la nostra piccola ma immensa rodi. così facendo diventerai popolarissimo……!

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici