Rodi Garganico, area mercato da riqualificare. Il sindaco: «Creeremo una zona panoramica». «Una specie di balcone sull’Adriatico con vista sulle Tremiti».

Riconversione funzionale del mercato coperto comunale con la riqualificazione delle aree da destinare a parcheggio pubblico. Si punta a riqualificare una zona centrale nevralgica per Rodi Garganico, importante sia per la sua posizione panoramica che per i servizi che insistono nell’area circostante il mercato coperto. Posizione panoramica che ne fa uno degli appuntamenti più…in per i turisti che, d’estate, scelgono questa bella località del Gargano per la loro vacanza.

Porto Rodi Garganico

Un vero e proprio balcone sull’Adriatico con le dirimpettaie Isole Tremiti ad un tiro di schioppo. Uno spettacolo nello spettacolo. Per questo il progetto dell’amministrazione comunale è visto come una grande occasione per fare del “Belvedere” uno dei luoghi più visitati di Rodi Garganico, una sorta di cartolina da portare nel cuore.
Rodi Garganico d’estate, come tutti gli altri centri garganici, centuplicando la popolazione, vive il disagio derivante dalla intensissima circolazione automobilistica, ma, ancora in modo più “pesante” per l’assenza di una viabilità esterna alternativa per ridurre l’attraversamento veicolare lungo il corso principale; se a tutto ciò s’aggiunge la realizzazione del costruendo porto che, inevitabilmente, farà crescere in modo esponenziale il flusso di traffico, pensare gia da adesso all’individuazione di soluzioni necessarie al superamento dell’annosa grave criticità, ma, naturalmente, in una visione di sviluppo complessivo del territorio.
Obiettivo dell’amministrazione comunale è proprio quello di “riqualificazione e valorizzazione dell’itinerario che, dall’antico borgo marinaro, si muove verso l’area portuale con i relativi servizi turistici e commerciali secondo l’idea dello sviluppo diffuso del centro storico cittadino per una sua migliore promozione e riqualificazione, oltre che ambientale, anche turistica e gestionale. Il risultato è proprio quello della creazione di un sistema di parcheggi non impattante, capace di soddisfare il maggior fabbisogno estivo, coniugato con l’idea di alimentare lo sviluppo del Borgo antico, dove sopravvive l’ani – ma più popolare e paesana, per determinare un processo di miglioramento articolato all’insegna non solo della tutela e di un utilizzo più equilibrato, ma anche della valorizzazione delle risorse esistenti in rapporto alla vocazione socio-turistico-economica del territorio, nell’interesse generale della collettività”.
Nel dettaglio, il progetto prevede non solo la riorganizzazione degli spazi interni alla struttura del mercato, ma anche aggregare le aree circostanti per la creazione di posti macchine, di box commerciali, di locali per l’intrattenimento serale degli ospiti estivi e per l’esposizione delle ticipità locali, con una soluzione compositiva e prospettica capace di dare all’intervento globale una qualità architettonica e paesaggistica che consenta una forte attrattiva turistica. Si dovrà, in definitiva, ridisegnare l’intero territorio con particolare riguardo al rilancio di u n’area per diversi aspetti degradata, rendendole maggiormente fruibile, eliminando, inoltre, ogni barriera architettonica. 

Articolo a firma Francesco Mastropaolo tratto da “LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO” edizione del 12/11/2007

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici