Completamento della superstrada del Gargano la Provincia di Foggia trova 21 milioni di euro.

«Possiamo finalmente annunciare una certezza: il completamento della strada a scorrimento veloce del Gargano si realizzerà». Così Carmine Stallone, presidente della Provincia di Foggia, annuncia l’avvio di «un percorso virtuoso che approderà nella direzione auspicata grazie alla caparbietà e alla forza progettuale della Provincia di Foggia». «Il nostro impegno per il potenziamento delle infrastrutture strategiche, il potenziamento dei collegamenti tra il capoluogo e i comuni della provincia e la messa in sicurezza di tutto il territorio si arricchisce di un risultato di primissimo piano a lungo atteso dalle popolazioni garganiche. La realizzazione di quest’importante opera pubblica renderà ancora più fruibili luoghi di primaria importanza dal punto di vista turistico», aggiunge l’assessore provinciale ai Lavori Pubblici, Antonello Summa. L’Anas ha infatti inserito nel piano degli investimenti 2007-11 del contratto di programma sottoscritto con il Ministero delle Infrastrutture, il finanziamento del completamento della strada statale 693, la strada a scorrimento veloce del Gargano. Una prima tranche disponibile per la realizzazione dell’importante opera pubblica è individuata nel piano ed è pari a 21.197.237 euro. L’accordo Ministero-Anas prevede anche che le somme non utilizzate per i progetti vengano destinate ad altri. In sostanza, oltre ai 21 milioni di euro nel periodo 2007-11, la strada a scorrimento veloce, potrebbe beneficiare di ulteriori stanziamenti persi da altre progetti non finanziati. «Siamo lieti di poter annunciare ai cittadini del Gargano e di tutta la Capitanata che un impegno a lungo atteso sta per essere realizzato grazie all’opera di promozione e sensibilizzazione svolto dalla Provincia di Foggia», aggiunge Stallone. Il 7 luglio 2007, infatti, proprio Stallone aveva presentato in Consiglio Provinciale, lo studio di fattibilità commissionato dalla Provincia 20.000 euro. In seguito, il presidente Stallone, subito dopo gli incendi sul Gargano, aveva sollecitato il Ministro per le Infrastrutture, Antonio Di Pietro, a individuare i fondi per l’opera ritenuta «indispensabile anche per motivi di sicurezza». «Ora il nostro impegno sarà fare in modo che dallo studio di fattibilità si passi alla progettazione esecutiva. E, in tal senso, abbiamo manifestato all’Anas, che dovrà realizzare il progetto esecutivo, la nostra volontà di supportare i loro tecnici con le attività della nostra struttura”, aggiunge il Presidente. Lo studio di fattibilità presentato a Palazzo Dogana nel luglio scorso prevede un’infrastruttura della lunghezza complessiva di 11 chilometri e 650 metri, divisa in due tratti che consentiranno che la strada a scorrimento veloce colleghi Vico del Gargano a Mandrione (Vieste). Costo complessivo del progetto: 144 milioni di euro. L’infrastruttura avrà due corsie (di 3,75 metri ciascuna) e 2 banchine (1,50 metri).

Articolo tratto da “LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO” edizione del 20/10/2007

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici