Ambiente

Gli insetti del Parco Nazionale del Gargano, una biodiversità tutta da scoprire

Per gli amanti delle foreste, il Parco Nazionale del Gargano è un paradiso di quercete, pinete, faggete e boschi misti. Catturati dalla maestosità degli alberi, spesso non facciamo attenzione a quello che succede nel sottobosco, che letteralmente brulica di vita. Le foreste ospitano migliaia di specie animali a cui non si presta l’attenzione che meriterebbero: gli insetti. Tra questi, nel ...

Leggi Articolo »

Adriatico a rischio: perdita di biodiversità e crollo della pesca

L’Adriatico ospita il 49% di tutte le specie del Mediterraneo e produce il 50% della pesca italiana. Decenni di pesca eccessiva, però, hanno fortemente compresso gli stock ittici, oggi tutti sovrasfruttati. Scampi e naselli, tra le specie più commerciali, sono in forte declino e per gli stock di acciughe e sardine si teme il collasso. La pesca eccessiva ha anche ...

Leggi Articolo »

La Consulta dichiara incostituzionale l’ecotassa regionale sui rifiuti

A stabilirlo una sentenza di pochi giorni fa della Corte Costituzionale, che ha dichiarato incostituzionale la legge pugliese sull’ecotassa accogliendo un ricorso di un gruppo di comuni leccesi  Gridano vittoria 70 Comuni del Salento, che avevano proposto ricorso fin dal 2014 e ora potranno chiedere la restituzione di 10 milioni di tributi pagati negli ultimi quattro anni. Ed esultano anche ...

Leggi Articolo »

Parco Gargano e e-distribuzione in salvaguardia delle cicogne bianche

L’azienda elettrica ha completato i lavori che permetteranno alle Cicogne di nidificare in totale sicurezza sui tralicci che attraversano l’Oasi naturalistica nel Parco del Gargano  Foggia, 7 aprile 2017 – Preservare l’habitat dell’Oasi Lago Salso all’interno del Parco Nazionale del Gargano e creare un equilibrio perfetto tra attenzione per l’ambiente e sviluppo naturalistico dell’area. Questi gli obiettivi che hanno spinto ...

Leggi Articolo »

Acqua prima fonte di economia. Il Gargano vuole contare di più

Dai tempi più remoti vi è stato un rapporto strettissimo tra le sorgenti d’acqua e l’economia garganica. Tutta la vita silvopastorale si è svolta intorno ai pascoli e alle fonti d’acqua. La Foresta Umbra conserva ancora oggi numerosi “Cutini”, ricavati da depressioni naturali del terreno, quasi sempre alla fine di impluvi costituivano preziose riserve d’acqua per le persone e il ...

Leggi Articolo »
error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici